Site Overlay

[ TRUFFA ] Cornelio LTD società bidone per delinquere

La CORNELIO LTD è una vera e propria società bidone creata appositamente per delinquere, capeggiata dal criminale Marco Marzaduri con la probabile collaborazione di altre persone che lo aiutano a raggirare le vittime per decine (se non centinaia) di migliaia di euro.

La presidente della Cornelio LTD è Alessandra Poggioli:

Una complice di Marzaduri che chiede donazioni per curare la sua patologia psichica (vedi inserzione https://www.gofundme.com/f/alessandras-mh-treatment, ora disattivata, dove pubblicava la foto di una flebo al braccio per impietosire i lettori e ottenere denaro) e poi spende quei soldi per comprare l’olio dei morti di Worakrai, venduto da Marzaduri perché è lui che ne detiene il marchio. La Poggioli dice di avere speso 2000 euro per comprare quell’olio (ascolta la telefonata con il Dott. Graziano Menghi), anche se la sua amica Laura Sanna dice che la Poggioli di euro ne avrebbe spesi ben 22.000 (ascolta questa registrazione e quest’altra registrazione delle telefonate con il Dott. Graziano Menghi).

Alessandra Poggioli viene definita da Marzaduri un’imprenditrice (https://www.cornelioltd.com/corneliowebagency-com/) ma è una semplice impiegata che lavora presso il Gruppo Euris Spa di Bologna e che non ha mai seguito nessuna formazione specifica. Nel sito della Poggioli Web Agency inoltre (https://www.poggioliwebagency.com/lagenzia/) c’è scritto Alessandra Poggioli ha intrapreso una specifica formazione presso l'”Andrea Paoli Web Agency”. Questa esperienza è stata fondamentale per la scelta di intraprendere questa attività, che è sul territorio da quasi 10 anni”. TUTTO FALSO: la Poggioli è una semplice impiegata che non ha nessuna conoscenza di sicurezza informatica, non ha mai frequentato nessuna formazione specifica e l’attività che dice di avere intrapreso non è mai stata sul territorio da quasi 10 anni. Basta controllare le date di creazione dei domini https://www.cornelioltd.com e https://www.poggioliwebagency.com per vedere che sono stati registrati solo pochi mesi fa, è chiaro che la Poggioli sta intascando denaro grazie alla vendita di servizi di cui non conosce assolutamente niente e che non esistono nemmeno.

Alessandra Poggioli appoggia il criminale siciliano nelle sue malefatte e si è resa responsabile di una falsa denuncia al Dott. Graziano Menghi (Moloch, la stessa persona che Marzaduri vuole dichiaratamente distruggere), avendo dichiarato di essere stata sua paziente e di aver pagato una somma di 4000 euro per prestazioni psicologiche (Menghi è laureato in filosofia e non in psicologia). Questo ha portato Menghi ad essere convocato dai NAS di Bologna per chiarimenti e in quell’incontro ha anche esibito tutte le prove che attestano non solo che la Poggioli non è mai stata sua paziente, ma che addirittura non lo ha mai conosciuto fino al momento della telefonata avuta con lui nel gennaio 2020 per altri motivi riguardanti Marzaduri (la denuncia però era stata presentata nel 2019, quindi PRIMA di quella telefonata). La Poggioli verrà ora denunciata da Menghi per calunnia e sarà l’ennesima vittima che Marzaduri ha plagiato per mandarla allo sbaraglio contro i suoi avversari.

Bisogna considerare innanzitutto che la Cornelio LTD non vale un solo euro di capitalizzazione, in quanto si rivela essere solo un bidone vuoto creato ad arte dal truffatore e falso psicologo Marco Marzaduri per attrarre e ingannare eventuali investitori, scelti tra le sue stesse vittime, con il miraggio-inganno di guadagnare legalmente molti soldi. In che modo? Investendo personalmente con l’acquisto di quote del marchio “Cornelio LTD”.

Un esempio è dato dalla storia di Ilaria Di Roberto già descritta in questa pagina, indotta con l’inganno a firmare 40.000 euro di cambiali su un marchio che ad oggi non vale niente, essendo stato creato con l’unico scopo di truffare e non avendo la Cornelio LTD nessun capitale di rilievo. Il contratto di 40.000 euro di cambiali sottoscritto dalla di Roberto con la Cornelio LTD (ma pare che un’altra cliente avrebbe sottoscritto un contratto analogo per un valore pari a 200.000 euro) è palesemente un inganno perché senza valore alcuno, inoltre il versamento di mille sterline (come si evidenzia dall’atto costitutivo firmato da Marco Marzaduri) rappresenta un valore talmente esiguo da non poter valorizzare in nessun modo il marchio associato. Questo significa che il valore del marchio “Cornelio LTD” viene aumentato unicamente dalle quote versate dagli incauti investitori, che lavorano per la stessa falsa società e che entrano e diventano proprietari con percentuali di investimento. Ciò può avvenire firmando contratti-capestro con la sottoscrizione di cambiali e/o versamento di denaro in contante: essendo un’associazione a delinquere mascherata da fintà società del Regno Unito, i sottoscrittori lavorerebbero solamente senza mai ricevere un vero compenso di ritorno e rimarrebbero invece incastrati e ricattati con le cambiali sottoscritte. Se la situazione dovesse prendere una brutta piega, sarebbero solo questi soci/investitori proprietari della Cornelio LTD a rendere conto alla giustizia.

Qualsiasi quota di partecipazione nella Cornelio LTD, sottoscritta attraverso cambiali o altre forme, non vale niente perché è la stessa Cornelio LTD a non valere niente, essendo un’azienda fittizia e sconosciuta al fisco italiano. Semmai, i sottoscrittori (investitori/lavoranti/soci) delle quote della società acquisite incautamente possono essere chiamati a rispondere di eventuali richieste di risarcimento da parte di ex-clienti della Cornelio LTD. Alla luce di tutto questo, si può quindi affermare che il marchio CORNELIO LTD vale zero assoluto sul mercato, in realtà è solo una società bidone fondata dal truffatore Marco Marzaduri in probabile collusione con altre persone, per incamerare fondi e frodare il fisco italiano lasciando nei guai gli incauti e ingannati investitori. Non c’è metodo più semplice per ottenere da subito denaro fresco: Marzaduri ottiene soldi dalle banche per il valore corrispondente delle cambiali depositate, se poi queste non vengono pagate lui può procedere al pignoramento di ogni bene della vittima, RUBANDOLE TUTTO QUELLO CHE LE HA ESOTORTO CON L’INGANNO.

Rimane da capire se lo stesso avv. Daniele Bertaggia (che difende così strenuamente il suo cliente Marzaduri) e il criminale siciliano hanno anche loro versato una quota di denaro reale e/o sottoscritto cambiali per l’aquisto di quote della Cornelio LTD. Per quanto riguarda invece le cambiali della Di Roberto, valgono ZERO. Sarebbe interessante anche segnalare all’albo dei notai il notaio Pecorilli, che senza eseguire le dovute verifiche ha permesso che venissero firmate cambiali per 40.000 euro per conto di una società estera e fittizia, senza nessun tipo di capitale, senza uno storico, senza una reputazione, e il notaio Pecorilli non poteva NON saperlo.